Seleziona una pagina
rovolon

Erano 8 mesi che ci sentivamo, quasi ogni giorno. Era simpatica, era la mia migliore amica. Tenevo molto al nostro rapporto, ma lei sembrava volere qualcosa di più. Compivamo gli anni lo stesso giorno e mi invita al suo compleanno. Lei era la mia migliore amica, ci sentivamo quasi ogni giorno. Eppure non ci vedevamo quasi mai. Avevo paura… avevo paura di cedere. Di baciarla. Di rovinare il nostro rapporto. Di innamorarmi di una ragazza che non mi piaceva particolarmente a livello fisico. Eppure era la mia amica.

Decisi di andare. Al suo compleanno. Tatticamente scelse di dormire affianco a me. Non so cosa successe… ma le presi la mano. Non sapevo neanche quello che stavo facendo. A un certo punto cominciai ad accarezzarle il naso con il mio. Non sapevo se baciarla o no. Una parte di me lo voleva terribilmente… un’altra si stava odiando per quello che stava succedendo.

Una voce dentro di me mi disse: “Senti.. fottitene. Fallo, poi penserai alle conseguenze”. La baciai. Fu un bacio bellissimo. Il primo della mia vita.

Il giorno dopo tornai a casa. Eravamo ad una festa in mezzo ai monti. Qualche giorno dopo mi raccontò che dalla felicità uscì dalla casa e cominciò a correre. Come una pazza. Piangendo.

Ce l’aveva fatta.

Era riuscita… a baciarmi.

Come cazzo ci era riuscita.

Così iniziava il mio post originale sul Frame LTR. Per chi non lo sapesse, LTR sta per Long Term Relationship. Ovvero, Relazioni a lungo termine. Ed è l’unica cosa davvero importante quando si parla di seduzione.

Molto spesso infatti chi si avvicina al mondo della seduzione vuole vendicarsi. Oppure, vuole affilare la lama. Vuole “imparare le tecniche”. Vuole “provare ogni tipo possibile di seduzione”. Inutile dire che è totalmente una perdita di tempo.

Ovvie altre stronzate tipiche di chi studia seduzione.

Questo perché quello che manca è la volontà reale a trovare una ragazza che ci piaccia davvero, per cui saremmo disposti ad investire. A essere presenti, a essere un punto di riferimento. A essere qualcuno che per lei è una vittoria su ogni fronte perché siamo la persona migliore con cui potrebbe essere.

Nel racconto qui sopra raccontavo della mia prima ragazza. E di come dopo tantissimi mesi che eravamo amici, finalmente era riuscita a portarmi a baciarla. E poi a fidanzarsi con me. Per lei fu una “grandissima vittoria”. Era così felice che si mise a piangere dalla felicità.

Ora, non dico di far penare queste povere donne così tanto 🙂 ma questo è quello che intendo con Frame LTR. Ovvero, cercare di capire se una ragazza ti può piacere. Capire davvero, se è quella giusta. Questo vuol dire qualificare una ragazza. Capire se vuoi innamorarti di lei davvero.

.screen: “Dai bro, te ne sei sdraiate così tante di cui non te ne fotteva veramente un cazzo che leggere sta merda è imbarazzante a dir poco. Ma non ti vergogni di vendere ste cazzate ai ragazzi?”

Ora veniamo dunque al perché avere questa tipologia di mentalità corretta ti porta, involontariamente, a fare sesso con un po’ di ragazze. E quali sono i problemi principali di chi si avvicina a questa mentalità e non riesce ad applicarla appieno.

Fare sesso con tante ragazze

fare sesso con tante ragazze

Molti di quelli che capiscono l’antifona pensano: “AH! Ho capito! Devo fingere di volerci tenere davvero a lei. Devo fare tutto il palcoscenico del fidanzatino perfetto. E poi TAN! In culo, ciao e addio. Ecco come si fa!”

.screen: “Che è esattamente quello che abbiamo fatto per anni, no?”

Filippo: “Tu, io ero lì in un angolo che piangevo e che volevo innamorarmi davvero della disgraziata di turno.”

.screen: “Si ma perché tu sei uno sfigato di merda. Non è che sia una novità”.

E ci sono anche molti seduttori che fanno e vendono questa tipologia di approccio. Qual è però il gran problema di fare così?

  1. Se ti senti in colpa a prendere per il culo una donna, a illuderla, a farla stare male, a passare da coglione testa di minchia… puoi anche provare a far così, ma tanto non funzionerà. Perché sarai rigido, impacciato, si vedrà che non ci stai provando davvero e la ragazza non si lascerà concedere a te.
  2. Se hai paura di innamorarti, la ragazza lo capirà. Vedrà che fingi, vedrà che non ti interessi davvero a lei. Vedrà che non stai investendo al 100% perché ha capito che non credi veramente nel rapporto e sei troppo distaccato.
  3. Se invece sei bravo a fingere, non te ne frega di usare le donne e non hai paura di innamorarti… il risultato potrebbe essere che a un certo punto per sbaglio… Potresti innamorarti sul serio! Tu pensa. E cosa succede? Che tutto il tuo castello di carte cade per terra… e o ti ci fidanzi o ci finisci sotto. Per l’ennesima volta. Come mi succedeva puntualmente ogni mese o due quando facevo così.

Il punto è proprio questo. Posso anche fingere di tenerci a una persona, ma presto o tardi lo prenderò nel culo. Quindi una scelta più saggia è provarci davvero a tenerci alla ragazza che sto conoscendo. E, se dovesse piacermi davvero, restare.

Facendo così, ci renderemo conto che magari faremo sesso con Tizia perché ci sembra promettente. Poi no, Tizia non ci piace… e allora conosciamo Caia. Facciamo sesso anche con lei. E boh siamo in dubbio e la frequentiamo per qualche mese. Ma no, Caia non mi piace davvero… e ci vorrà un po’ prima di dire “ok, questa mi piace, mi fidanzo”.

La differenza però sarà fare sesso con 4 o 5 ragazze. E non con 80-100 ragazze…

Non sto cercando nulla di serio

matrimonio vs sesso libero

Quando una ragazza ti chiede cosa stai cercando, c’è solo una risposta corretta. Ed è qualcosa della serie:

Sto cercando una ragazza su cui investire totalmente. Una compagna di vita. Una ragazza che sia per me sia un punto di riferimento che la mia migliore amica. Hai presente… quando ti sembra di essere la stessa anima. Ma su due corpi diversi? E quando la baci, la abbracci… quando fai l’amore con lei… ti sembra di unificarti di nuovo con quello che sapevi già essere tuo. E ogni momento con lei è speciale, è l’unico istante che ti sembra giusto vivere. Perché sai che lei è la persona più importante per te…?

Questa risposta è ciò che ho consigliato a un mio studente di rispondere a una ragazza con cui si stava frequentando e che gli piaceva davvero. Non capiva perché non riusciva a farci sesso. Poco dopo, viste le risposte di lei, gli ho detto anche di aggiungere:

Secondo me X sei una ragazza dolce e a volte fragile. E hai paura che questa tua fragilità venga percepita come debolezza. E che le persone si allontanino perché vedono il tuo lato più vero e profondo e invece di esserci, di aiutarti, di investire su di te.. scappano perché non ti capiscono. Non riesco ad amarti per la persona vera e autentica che sei. E hai messo su questa corazza per difenderti, facendoti percepire a volte come permalosa o difficile, ma solo perché hai paura che le persone si annoino e se ne vadano. Lasciandoti sola di nuovo. A me piacerebbe conoscere la X vera e autentica e aiutarci a vicenda. Anche io ho i miei problemi e le mie insicurezze. Poi per il frequentarsi mi pare brutto mettersi dei limiti o dei vincoli. A me fa piacere vederti. Poi fossero tutti i giorni della settimana o una settimana non dovessimo trovare il tempo amen. Ma di certo se ti ho scritto tutto questo è perché sono davvero interessato a te, sennò non perderei un giorno con una persona che non mi interessa. Non ho tempo da perdere.

Il secondo messaggio, quando l’ho scritto, degli altri studenti nello stesso gruppo si erano quasi presi male. Pensando che fosse troppo potente.

.screen: “Beh in effetti per intortarle violento è davvero il top. Grande, ti sei superato.”

Filippo: “Ma il punto è proprio che non voglio che la intorti… è quello che direi alla mia ragazza perché la amo.”

.screen: “Ma guarda non mi interessano le coglionate da sfigato, tu scrivi pure tutto finché sei in preda agli estrogeni che poi io me lo salvo e lo riuso quando ti tornerà un briciolo di testosterone.”

Filippo: “Santa pazienza…”

Il risultato è stato che la ragazza all’appuntamento dopo ha finalmente voluto fare sesso con lui. Il problema è che… non è riuscito ad avere un’erezione. Aveva così paura di innamorarsi davvero, di dirle che la amava, di lasciarsi andare… che il suo pisello è andato in protezione.

Il che in realtà è stato ottimo, visto che abbiamo capito il reale problema e abbiamo potuto lavorarci.

E’ inutile infatti copiare questi messaggi o fingere di avere questa mentalità. La cosa fondamentale è averla davvero. E il lavoro vero è capire perché sei così terrorizzato nel dire a una ragazza che la ami e che vuoi prenderti cura di lei al 100%.

Infatti, se ci tieni davvero a una ragazza, tutto questo ti dovrebbe uscire normalmente. E il 90% delle ragazze sono così. Hanno sofferto, sono fragili e indifese e mettono su una maschera per proteggersi e cercare di non soffrire di nuovo. Di non finire con quello sbagliato che vuole solo usarle e approfittarsi di loro.

Stranamente, se dovessi sentirti in colpa a scrivere dei messaggi come quelli qui sopra non funzionerebbero. La ragazza capirebbe che vuoi solo mangiare la foglia e dopo le prime risposte super convinta, sparirebbe nel nulla. Poi ovviamente, andrebbero calibrati sulla situazione e sulla tipologia di ragazza con cui stiamo parlando.

Ci sono anche molte ragazze che razionalmente ti diranno che non cercano una relazione. Ma che comunque, inconsciamente, vogliono un ragazzo pronto a innamorarsi di loro. A prendersi cura delle loro paturnie, dei loro problemi. In pratica, vogliono che tu ti innamori di loro e ti prendi cura di loro, mentre loro hanno troppa paura di farlo. E quindi un messaggio così potrebbe spaventarle.

Con il risultato, in realtà, che ti proporrebbero diretto di fare sesso… cosa che, per tutti, è solo sconveniente. Perché lei non è realmente disposta ad aprirti con te. Quindi gli scenari che si aprono sono o che tu ti innamori e lei ti ride in faccia o tu che la trombi, ringrazi e la saluti. E lei, stranamente, non capisce come mai sia stato possibile…

Molti invece rispondono a una domanda del genere con risposte della serie “non sto cercando nulla di serio, ma se vuoi possiamo divertirci assieme ;-)” oppure “sto cercando di fare sesso con te. Se vuoi darmi il tuo indirizzo potrebbe essere utile ;-)”

Sono sbagliate come risposte? Se la ragazza sta palesemente cercando solo sesso perché è emotivamente bloccata potrebbero funzionare. Il problema è che comunque avresti un gioco super instabile. Sapendo che dovresti andare la sera stessa o uno dei giorni seguenti da lei per farci sesso. E, probabilmente, ti saresti giocato ogni possibilità di rivederla.

Un sacco di fatica e sbattimento per una scopata vuota, senza senso e anche abbastanza schifosa visto che nessuno dei due avrà davvero voglia di impegnarsi per far godere l’altro. Ma ancora adesso vedo moltissimi ragazzi rispondere certe boiate e bruciarsi intere interazioni su cose che dovrebbero essere la base.

Mi vedo già con un sacco di ragazze

vedersi con un sacco di ragazze

In un modo o nell’altro molti ragazzi vogliono far intendere di non essere needy (=bisognosi) o che comunque hanno un giro di gnocca da far invidia a zio Rocco.

.screen: “Com’è giusto che sia. Cioè dai, dobbiamo sembrare degli sfigati atroci per scopare? Ma che minchiate vai dicendo. Lo sanno benissimo tutti che dobbiamo mostrare di averne sdraiate a bizzeffe. Farle vedere la nostra dominanza. Sbatterla al muro e farle capire chi comanda dal primo istante. Che sono ste cagate da mezza fighetta di merda. Cioè dai porcod*o. Io ho cercato di crescere un uomo. Di farti capire come si trattano ste zoccole. E invece mi tocca leggere una marea di schifezze da mezza tacca schifosa. Mi vergogno di conoscerti e ancora di più di averti permesso di inzuppare il biscotto. E ora ti credi pure Mr Seduzione. Lo sapevo che non dovevo farlo.”

Filippo: “Ma non dico che essere sicuri di se sia sbagliato. Sto dicendo che ostentare, il mostrarsi un puttaniere ecc.. ti permette di attrarre quelle che vogliono solo scopare. Quelle sballate o che magari escono da una relazione e sono ingestibili. Quelle che ci hanno reso una vita una merda e ci hanno cercato di distruggere in ogni modo. Qui sto cercando di spiegare come frequentare delle brave ragazze, normali, in gamba, che sono un’ottima scelta come compagna. Non delle deviate.”

.screen: “Bah vabbè. Anni e anni di onorato servizio e ora ci tocca attrarre le brave ragazze. Dove andremo a finire? Sposarci? Metter su famiglia? Avere una multipla con il mutuo? Altre banalità? Non so, stai buttando nel cesso tutto quello che abbiamo costruito. Fa un po’ te.”

Filippo: “In realtà, tutto quello che hai detto. Ma questa è un’altra storia…”

Ventilare alla tipa quante ragazze vi scopate è la cosa più sbagliata che potete fare. In quanto viola totalmente il Frame LTR.

Quello che state facendo è infatti mostrare quanto siete superficiali e di come vi accontentate della prima che capita. Essere bisognosi è fondamentale per riuscire a mostrare eccitazione sessuale e interesse a una donna. Anzi. Sbagliare, essere nervosi, guardarle la scollatura, ecc. sono tutte cose che vi rendono umani.

Il problema è che la maggior parte delle persone vogliono essere superumani. Vogliono il doping, vogliono la God Mode, vogliono ubriacarsi, vogliono il viagra… non vogliono sbagliare. Vogliono sempre girare a 1000. Far vedere sempre una versione migliorata al 120 o al 130% di se stessi. Perché così come sono… non si accettano. Pensano di non essere abbastanza.

Peccato che facendo così non troverete mai la ragazza che vi ama davvero per quello che siete… ma una ragazza che ama quella maschera, quel 120%… che non siete voi. O meglio, che vi ama solo quando siete al massimo. E appena cominciate ad avere qualche difficoltà, a non girare più al top… la macchina si incarta e vi trovate alla porta.

Essere perfetti è quello che vi rende al pari delle macchine e vi fa apparire come costruiti e falsi. Essere invece delle persone normali. Con le vostre insicurezze, paure e problematiche. Che le ammettete onestamente… vi farà costruire dei rapporti veri. Stabili. Che possono funzionare realmente. E non delle finzioni a chi è più figo e l’ultimo a mollare.

Tentare di scoparsi le 10

tentare di scoparsi le 10

Un altro gravissimo errore che ho fatto anche io per anni è non accontentarsi. O meglio, questo è quello che ti racconti. La verità è che cerchi una donna per appagare l’ego e non una con cui costruire qualcosa di vero.

.screen: “Gnegnè qualcosa di vero. Senti io volevo scoparmi le top fighe extreme. E tu niente. Ti devi accollare quella lì. Figa eh, simpatica, una brava ragazza. Ma è una. Dovevamo sdraiarne una a settimana così. E invece un cazzo. Alla prima che stacca 110kg boh relazione. Ma dimmi te se possono essere ragionamenti questi.”

Filippo: “Intanto lei mi piace tanto. E comunque delle top fighe extreme cosa vuoi che mi freghi? A parte il fatto che anche se Megan Fox volesse uscire con noi che fai? La porti a fare aperitivo in vespa? AHAH. E poi una volta che hai una brava ragazza che ti ama e si prende cura di te, mi chiedo che voglia ne hai di fare i teatrini con una di cui non ti frega nulla a settimana.”

.screen: “Ma è per la gloria. Per il successo. Per l’eternità. Per i FOLLOWEEERRR…”

Filippo: “Tu ti sei bevuto il cervello…”

Nel momento in cui ci poniamo con una donna per una relazione, noi dobbiamo essere un’offerta che non si può rifiutare. Per esserlo, il nostro valore genetico e il nostro valore attuale devono essere compatibili.

Molto spesso invece cerchiamo l’affarone. Cerchiamo la giocata. Cerchiamo di riuscire a infiocinare quella che è sopra le nostre reali possibilità per sentirci dei gran fighi che siamo riusciti a scoparci la stragnocca.

Paradossalmente se potessimo essere ancora più brutti e più sfigati lo vorremmo. Così sarebbe ancora più epico e sensazionale essere riusciti a scopare la tal super figa. Non ha senso, è completamente da dementi. Ma è il motivo per cui ho iniziato così tardi a fare palestra. Perché non volevo conquistarle grazie al mio fisico.

Ancora più spesso cerchiamo quella tipologia di ragazza che sappiamo già che non cerca relazioni. Come che riuscire ad ingabbiare la pantera che magari fa la cubista e vuole essere libera ci renderà felici e dei grandi.

.screen: “Ah si chiamano ‘pantere’ ora? Troioni disagiati persi non lo usiamo più?”

Filippo: “Tasi che ci sono le femministe che ci leggono e poi ci cagano la minchia.”

.screen: “Pantere.. woooaaaar… figa signore. Non so se sei più disagiato tu o le tipe che ci siamo scopati per arrivare fino a qui. Ci sono i disagiati e ci sono le disagiate… ci sono i puttanieri e ci sono le belle bambine pantere… wooaaar…”

Filippo: “Aspetta che apro la finestra che esce un po’ di simpatia…”

Femminista: “Una donna ha il diritto di esibire il suo corpo e di fare sesso con chi vuoleeeee11!!1”

.screen: “Ma questa l’hai invitata tu?”

Filippo: “No io no”

Femminista: “Fate schifoooo! Vergognateviiii”

.screen: “wooaaar”

Una che ci dichiara di voler essere libera infatti ha una grande attrattiva. Pensiamo: “figo! Anche io voglio essere libero e scoparmele tutte!”. Peccato che diventi una lotta al massacro. Il primo che si innamora… perde. E finisce umiliato nel peggiore dei modi…

Inutile dire quindi che per riuscire a fare una relazione bisogna anche cercare una ragazza (o un ragazzo, se siamo una donna) che è davvero disposta a fare una relazione e che è ciò che cerca davvero.

E con davvero intendo che ci sono molte ragazze che dicono di volere una relazione… ma poi come dicevo prima non sono disposte ad aprirsi. Non vogliono innamorarsi. Hanno mille paure e timori. Anche qui, è inutile perdere tempo. Va bene aiutare la ragazza che amiamo, ma se finiamo per farle da psicoterapeuta mentre sostanzialmente ci insulta, diventa un accanimento terapeutico inutile.

Per questo è indispensabile cercare una ragazza tranquilla, una brava ragazza con cui si possa davvero iniziare una relazione. Altrimenti, gli sfasamenti, le rotture di coglioni, le storie al limite della follia… beh, ce le stiamo cercando eccome.

Ma io bro voglio quella diversa! Voglio la ninfomane bisessuale! Voglio quella estrema, quella che si distingue dalle altre. Non voglio la solita brava ragazza noiosa italiana.. AAAAAHHHH…

Questo è il motivo per cui fare articoli gratuiti molto spesso serve fino a lì. Uno può anche scriverle le cose. Ma spesso ci sono dei motivi inconsci per cui essere… normale, semplice, quasi.. “banale”… “stupido”… sono cose totalmente inaccettabili. Chi, io? Sarei un fallito. No, assolutamente.

E quindi finiamo per cercare quella che ci obblighi a smettere di volerle sdraiare tutte. Quella assurda, fantastica, ipermegafiga… che in realtà 9 su 10 è solo una che non ci caga. Una che è decisamente oltre la nostra portata e che ce l’ha data solo per beneficienza. E pensiamo che abbia chissà quale proprietà mistica. Chissà quale virtù nascosta.

Invece semplicemente non gliene frega un cazzo di noi e mai gliene fregherà. E ci stiamo pure rovinando la vita con una che ha tempo da perdere.

Io ci ho perso 6 anni della mia vita cercando di andare dietro a idiote del genere per convincerle a innamorarsi di me. Potete fare lo stesso o capire che è una causa persa e che non sono centrate. Semplicemente, per i motivi più vari.. non gliene fotte un cazzo di voi. E mai gliene fotterà.

…come magari non glien’è mai fottuto un cazzo di voi a vostra madre… o a vostro padre… e mai gliene fotterà. E dovete farvene una ragione.

Non pensare al futuro

ritorno al futuro

Questo è un altro problema. Ovvero, non pensare all’idea di frequentarla davvero. Di magari conviverci. Di magari farci un figlio assieme. Di magari vivere tutta la tua vita assieme a lei.

.screen: “Eh porca ma*onna. E poi? Intestarle la casa? Darle in mano il conto corrente? Tagliarti i testicoli e farglieli mangiare? Cioè ma stai a scherzà bro?”

Filippo: “Figa, esagerato. E comunque che senso ha che valuti una ragazza per essere la tua fidanzata… se poi non la ami davvero. Se poi non ci vedi realmente un futuro assieme? Con la nostra prima ragazza. Abbiamo perso un sacco di tempo sia noi che lei… per cosa poi!?”

Se entri in questa prospettiva. Se valuti davvero una donna per una relazione che abbia senso e che sia di valore per entrambi, allora a quel punto le cose cambiano. Cambiano perché ti interessi davvero a lei. Cambiano perché cerchi davvero di capire se può fare per te.

Molto spesso l’errore che fanno i ragazzi è infatti farsi andare bene di tutto. Perché non stanno realmente selezionando. A volte anche perché sono convinti di valere poco e che quindi non ha neanche senso farsi grandi aspettative. Altre perché vogliono cercare di farsi la tipa di turno fregandosene alla grande di com’è fatta davvero. Perché vogliono solo segnare il punto e via, addio, è stato bello.

Facendo così però la ragazza vede che siete interessati solo al sesso e a meno che non siate dei fighi assurdi, vi lascerà a mani vuote. E spesso pure se lo siete.

Si ma… non posso dirle che la amo!

dirle che la ami

.screen: “Sto vomitando arcobaleni. A parte che ormai se dici a una donna che la ami quasi sembra che le stai facendo un attentato. Vogliono che ti innamori e le tratti da principesse… ma non vogliono che le dici che le ami che sennò oddio lo devono fare anche loro. E oh madonna non so cosa provo ma io veramente cioè… senti chiaviamole tutte e basta come ai vecchi tempi e basta sparare certe stronzate.”

Filippo: “Ce ne sono molte così in effetti. Ma basta scartarle e frequentare le ragazze che ci provano davvero.”

.screen: “Ma la guida si chiama ‘come non battere chiodo 2020’. No perché sarebbe un successone assicurato.”

La paura di innamorarsi è il problema cardine di tanti maschietti. Hanno paura che dicendo che amano la ragazza in questione questa si accolli e non sappiano più come gestire la cosa.

O che, peggio, dicendo ti amo a una donna parta il game over e festa finita. Non puoi più vivere la tua vita come vuoi, ora ti sei comprato una mamma rompicoglioni in omaggio.

Motivo per cui il mio studente di prima fece un cilecca clamorosa.

Il punto è che tu vuoi che una ragazza si “accolli”. Il problema è quando la ragazza che si “accolla” non ti piace abbastanza. Quando non è così bella, intelligente o chissà cosa. Quando in sostanza non è al tuo livello.. e non sei disposto ad amarla. Peccato che con una ragazza così anche tu non riuscirai a dirle che la ami. Per il semplice fatto… che non è vero.

E quindi, lasciarla, sarà inevitabile. Il dirle che la ami è quasi un test. O riesci a dirlo e riesci a continuare a dirlo… oppure vuol dire che non ti piace abbastanza. Vederla come una cosa che “oddio, le ho detto che la amo, è finita, mi tocca sposarla”… ci mette su troppa aspettativa.

Il risultato è che finirai per non dirlo mai. Rimanendo sempre in bilico nel terrore di sbilanciarti. Finché la ragazza si stuferà e ti mollerà.

E’ solo dando tutto te stesso e provandoci davvero che potrai provare a costruire davvero un rapporto sano.

Si ma sono tutte troie, mi tradiranno, rompono i coglioni…

.screen: “Te l’ho detto. Non capiscono un cazzo. Poi ti dirò, che sono tutte troie lo condivido anche eh.”

Filippo: “Non c’è speranza…

Libertà

libertà relazionale

Un altro problema grosso per molti è che vorrebbero essere libbberi. Si sentono soffocare da una relazione. Perché magari con la ex è stato un dramma o perché non vogliono “rendere conto” a qualcuno di ogni loro passo e azione.

Peccato che… questo non vuol dire essere liberi. Essere libero significa potersi donare totalmente al 100% a qualcuno. Non è obbligatorio farlo, ma è qualcosa che possiamo volere.

Non riuscire a concepire la cosa, non riuscire a volerlo, averne paura e disagio solo all’idea… non è libertà. E’ essere imprigionati nel nostro stesso cervello che non ci permette di essere davvero felici.

Perché dobbiamo sdraiare l’ennesima tizia, perché dobbiamo sentirci fighi con gli amici, perché l’ennesima ragazza… non è abbastanza. Perché noi stessi non ci giudichiamo abbastanza.

.screen: “Che profondo, che oratore. Dai digli di nuovo dei figli e di sposarsi che mi sto bagnando.”

Filippo: “Certo che se non scrivo che va bene solo sborrare e che devono sdraiarle tutte non sei contento vero?”

.screen: “Mah, ho lottato una vita per essere libero e fare il cazzo che voglio. Per poter guardare in faccia la donna che amo e dirle: ‘sai, ieri ho sborrato in faccia a un’altra’. Sereno e tranquillo. E ora stai rovinando tutto. Stai buttando nel cesso tutto il mio lavoro. Ma fai, fai pure. Tanto che te ne frega a te. Devi costruirti una famiglia, comprarti la multipla. Vai, vai. Tanto. Io ormai non servo più no? Non mi ama nessuno…”

Filippo: “Dai su che ti voglio bene. E comunque io sarei sereno nel dire una cosa del genere alla mia ragazza. Anche se spero di non doverlo mai fare. Perché non la voglio tradire. E questa è una mia scelta, che mi fa sentire libero.”

.screen: “Si e se le palle non toccano non sei gay… sisi, capisco. Non ti preoccupare.”

Filippo: “Santa pazienza…”

Una relazione… o una botta e via!

fare sesso rapido in discoteca

Questo è un altro grave errore. Ce lo possiamo avere in due varianti:

  • far capire che si cerca sesso, ma poi chi vivrà vedrà.
  • far capire che cerchi una relazione… poi lei prova a buttarti lì di scopare e basta e ci caschi subito.

In entrambi i casi spesso è colpa della ragazza che oddio, non sarai mica uno di quelli che sfigati che si innamorano.

Eh già, ci sono pure ragazze che se ne escono in questo modo. Ora, ovviamente volendoci fare sesso lo stesso, l’unico modo è rispondere che stai appunto cercando una relazione ma che si poteva anche iniziare facendo sesso e poi si vedrà.

Sapendo però entrambi che sarà una trombata e poi addio. Perché lei non cambierà la sua idea e tu stai cercando altro. Ha senso? In realtà, no. Perché stai perdendo tempo e anche eccitazione sessuale che potresti dare a un’altra. Quindi, in generale, il mio consiglio è di lasciar perdere.

Nel secondo caso invece è una “trappola” che fanno alcune ragazze per vedere se hai recitato la parte o ci credi davvero. In quel caso, cascarci come un allocco sarebbe proprio da idioti. E perdi tutto così, con una sola frase.

Ma quindi mi devo innamorare di tutte?!?!

Si e no. Si nel senso che ogni volta che esci con una ragazza dovresti capire se ti piace o meno. E se non ti piace neanche uscirci. Pure quando “facevo numero” facevo così. Se non mi piaceva era next a prescindere. Quando cercavo “solo di fare numero” all’improvviso non funzionava più nulla. Proprio perché si vedeva che non poteva fregarmene di meno.

Allo stesso tempo non serve che pensi ai figli e a venti generazioni future prima di farci sesso. Se ti piace, ti fa stare bene, è simpatica… beh, fallo. L’importante è non aver paura di innamorarsi. Il resto basta che sia ciò che vuoi e che sia spontaneo.

Conclusioni

Abbiamo già visto molte stronzate del mondo della seduzione, oggi abbiamo visto qualche altra mentalità totalmente errata e una nuova, utile, per iniziare domani a cambiare il tuo modo di approcciarti con le ragazze.

Inutile dire che volendo parlare del Frame LTR potremmo fare anche altri 20 articoli. Ma questi sono i punti più salienti della questione.

Hai difficoltà a mettere in pratica questi concetti? Ti trovi a voler cambiare, a riuscire a prendere seriamente le ragazze e farti prendere sul serio, ma non sai come fare? Valuta di iniziare un percorso di coaching con me al riguardo.

Vuoi non perderti ogni contenuto? Iscrivi al gruppo Facebook di innergame.pro e non perdere i prossimi articoli.